home
it - enfacebook
il vigneto
Il vigneto è situato in un’area del Podere che gode di una esposizione e di un clima ideale per una viticoltura di personalità. Il terreno è calcareo-argilloso con prevalenza argillosa nella prima parte dove c’è Ciliegiolo e Merlot utilizzati per lo "Spinorosso" mentre ha una prevalenza calcarea con forte presenza di ciottoli, nella seconda parte dove c’è solo Merlot utilizzato per il Cà "Riserva".
Nello stesso vigneto sono quindi presenti due “anime” la prima più argillosa e ricca di sostanza organica che regala al vino "Spinorosso" profumi più floreali e fruttati ed una seconda anima più calcarea e povera che costringe il Merlot ad approfondire le sue radici alla ricerca dei minerali “nascosti” che donano eleganza e austerità al vino "Ca'Riserva”. Tutto questo l’abbiamo scoperto grazie all’aiuto del nostro Enologo che ha voluto microvinificare il nostro vigneto in vari punti e in base anche alle numerose analisi del terreno abbiamo scoperto le due vocazioni. Abbiamo scelto l’allevamento a “Guyot” con potatura corta per puntare da subito su rese basse e maggiore qualità, con un clone di Merlot proveniente da Bordeaux con le caratteristiche dimensioni piccole del grappolo (acino con maggiore presenza di buccia rispetto alla polpa e conseguente aumento di sostanze polifenoliche) e resa più bassa rispetto ai Merlot “Toscani”. La scelta del clone “Francese” è stata fatta anche per le similitudini climatico-morfologiche tra Lunigiana e Bordeaux (forti escursioni termiche tra notte e giorno che favoriscono lo sviluppo degli aromi), oltre che, per la scoperta che il Merlot, coltivato ad inizio novecento nel nostro territorio, era di probabile origine francese, portato da qualche commerciante proveniente dalla Francia o Lunigianese emigrato in quel paese. La nostra scelta quindi oltre che di “stile” ha una motivazione storica e ha cercato di riportare in auge un vitigno che alla fine degli anni trenta è stato abbandonato proprio per le basse rese che oggi noi ricerchiamo. Consideriamo il nostro vigneto un giardino e come tale lo curiamo, nessun erbicida ne diserbante, lavorazioni al minimo e solo una cura manuale nel massimo rispetto dell’ambiente. Questo perché crediamo sia il giusto approccio per preservare, e se possibile, migliorare la nostra terra che è anche la nostra casa dove viviamo. Le concimazioni vengono fatte non tutti gli anni, per non “forzare” la vite e utilizzando solo concimi per agricoltura biologica. Non ci definiamo biologici, ma cerchiamo di operare una viticoltura di precisione e qualità dove ogni intervento è ponderato al minimo della dose necessaria, per ottenere un uva sana e migliore dal punto di vista organolettico. Infatti decidiamo l’epoca di vendemmia in base alla maturazione fenolica dell’uva oltre che quella zuccherina. L’uva è raccolta e selezionata a mano in piccole cassette solo al mattino in modo da portarla in cantina (dove viene ulteriormente selezionata) ad una temperatura bassa per non pregiudicarne gli aromi.